Letterina a babbo natale

Natale a Praga, 1 dicembre 2013
Caro babbo Natale,
ho preparato la pista di atterraggio delle renne in cortile, accenderò le candele a mezzanotte esatte e lascerò a fondo pista carote e fieno in abbondanza e un biscottino di pan di zenzero a testa… per lascerò un flute di champagne rosè, una bistecca di filetto e un bicchierino di genepy  (credo che tu ne abbia abbastanza di latte e biscotti) sul tavolo della cucina.
So che di solito passi a far vista alle case dei bambini buoni. Non ho più l’età, lo so. E non ho quasi neanche più l’età per farli i bambini buoni (o cattivi), so anche questo. Non sono neanche tanto buona…
Spero però che, complici le  promesse di libagioni, quest’anno vorrai fare un saltino da me ed esaudire i seguenti (pochi desideri).

  • Vorrei tanto che nella notte di Natale piovessero neuroni, per chi ne ha già (un back-up non guasta mai) e per chi non ne ha (e lì un innesto farebbe meraviglie). Concentra la pioggia se puoi su alcuni individui coi quali lavoro e che per un motivo o per l’altro li hanno persi in guerra. Concentrali anche su certi adolescenti, così magari passeranno un po’ più indenni la cosiddetta ‘età scema’.
  • Vorrei anche tanto risvegliarmi il 25 e scoprire che Renzi ha avuto una illuminazione ed è diventato di sinistra, portandosi dietro tutto il PD. Mi manca sinceramente un partito di sinistra e laico (opss… non dirlo al bambin Gesù che si offende).
  • Vorrei la neve, dietro la finestra. 
  • E vorrei quelle parole sotto l’albero.

Non voglio altro. Niente rimozione delle guerre e della fame dal mondo. Niente miglioramenti lavorativi, promozioni, aumenti. Niente giochi e gadget elettronici, scarpe nuove o gioielli… Nemmeno un gattino, neanche di peluche.
E per favore, per favore, quest’anno non lasciarmi impacchettate sotto l’albero, di nuovo, le fiande di renna, che i gatti ci si rotolano sopra e poi mi tocca passare Santo Stefano a lavarli. Se lo fai di nuovo, l’anno prossimo nello champagne ti metto il Gutalax.

Ascoltando Hallelujah – dell’adorato Leonard Cohen. Sempre con le mojito

(ps se volete vedere la letterina a babbo natale del 2001 è qui)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...