Moro, vi ricordate Moro?

Mi trovavo, l’altra sera, in uno scompartimento semi-vuoto del mio solito treno migratorio.  Annoiata, sbocconcellavo il mio tramezzino al prosciutto buttando casualmente l’occhio su questo o quell’altro passeggero. Seduta di fronte a me, la ragazza (mia coetanea circa) legge un libro di Faletti. Graziosa, ben truccata, ben vestita, è completamente assorta nella sua lettura e non si accorge della mia noia.

D’un tratto la sconosciuta fa un orecchio al libro, lo ripone nella borsa e artiglia il telefonino. Sceglie un numero, dopo qualche squillo evidentemente qualcuno dall’altro capo della linea telefonica le risponde.

– Papa? – dice – ti disturbo? no? volevo chiederti una cosa…

Sai sto leggendo un libro… nel 1978 c’è stato un rapimento per caso? – continua – di uno che si chiamava Moro? Ma cosa è poi successo a quello lì? è morto? l’hanno ucciso, ah.

La guardo attonita. Mi sconvolge sinceramente il fatto che una persona della mia età, nella sua vita, non abbia mai sentito nominare il caso Moro. Non so cosa dire, non so dove guardare. Appoggio la testa sul tavolino, al centro, e spero di addormentarmi presto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...